Scegliere le porte interne in legno

Spesso chi acquista una nuova abitazione tende a fare qualche piccolo lavoro di ristrutturazione; in vari casi si sceglie di non prendere in considerazione le porte interne, restando ancorati alle scelte del precedente proprietario. È una soluzione che effettivamente è difficile da comprendere, perché le porte non sono una parte superflua della casa, anzi ne sono il cuore. In vari casi la sola sostituzione delle porte interne consente di migliorare l’aspetto di ogni singolo ambiente, ma anche di offrire una serie di innegabili vantaggi. Le porte in legno di qualità offrono infatti un’estetica di alto livello, ma possono anche essere scelte in concordanza con i rivestimenti di pavimenti e pareti, oltre a poter essere scelte in modo da ridurre la diffusione dei rumori o da sfruttare al meglio gli spazi disponibili.

Le nuove porte in legno

Non è vero che il legno è un materiale superato, anzi. Si tratta di un materiale ottenuto da fonti rinnovabili e sono disponibili in commercio porte in legno dallo stile più vario possibile. Certo, il legno si adatta alla perfezione ad incarnare rivestimenti e porte in stile classico; sempre più spesso però è possibile trovare porte in legno dallo stile contemporaneo, oltre che di tipologia innovativa. Le aziende che producono porte sono in grado oggi di preparare porte in legno a battente, a scomparsa, a libro o a bilico, o addirittura rototraslanti, con tutta la bellezza e il calore che solo il legno può offrire. Peraltro, si può abbinare anche un portoncino d’ingresso in legno, con il medesimo stile delle porte interne. Questo perché oggi molte aziende preferiscono produrre porte costruite combinando più materiali, strato su strato. La finitura esterna quindi non compromette in alcun modo le possibilità di scelta; sono disponibili in legno anche portoncini blindati, porte REI tagliafuoco, porte da abbinare a pareti divisorie e così via.

Scegliere la porta giusta

La questione essenziale sta nello scegliere le porte “giuste”, quelle che permettono di dare all’ambiente in cui sono installate un tocco di eleganza e funzionalità. Ognuno chiaramente sceglie secondo il proprio gusto; considerando però che le porte spesso non vengono sostituite per diversi anni: è quindi importante sceglierle tenendo conto del fatto di poterle abbinare a diversi stili di arredamento. Oltre a questo, le porte in legno di qualità sono prodotte per durare nel tempo, senza rovinarsi, rompersi o necessitare di particolare manutenzione. Oggi in commercio si trovano poi porte molto eleganti e dallo stile pulito e sobrio, che sono in grado di adattarsi al passare delle mode temporanee.

Porte originali

Il fatto che si decida di scegliere delle porte in legno non significa che si debba rinunciare alle novità del momento. Negli ultimi anni molti designer stanno introducendo le cosiddette porte filomuro: l’anta e l’infisso sono a livello della parete, creando anche la possibilità di dare vita a passaggi che non si notano, molto discreti e particolari. Sono adatte per tutti i tipi di apertura, ma in particolare risultano interessanti per le cabine armadio o i bagni. Questo stile pulito e minimalista offre anche la possibilità di abbinare la porta al rivestimento delle pareti, nascondendo in modo completo l’apertura.

About Consulente SEO Mauro Madonna

Mauro Madonna è un grande esperto SEO e di posizionamento su Google di ogni tipo di sito internet. Sono anni che si attesta come SEO e link building in grado di posizionare ogni tipo di sito web.

Check Also

Cos’è la carta termica?

La carta termica è una carta sottile speciale. Perché è speciale? È rivestita con una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *